Un pieno di SOLE

 

                                                 La vitamina D in un pieno di sole

 

È una vitamina che è carente nel 70% degli Italiani e determina ricadute sulla salute di ossa, muscoli e denti; funziona

come un vero e proprio ormone che è coinvolto in diversi meccanismi dell’organismo: a livello intestinale consente

l’assorbimento del calcio alimentare e lo fa depositare nelle ossa: la sua carenza determina patologie scheletriche come

osteoporosi, rachitismo, osteomalacia, con sintomatologia, talora assente, di dolori ossei diffusi,

sofferenza muscolare, minor resistenza agli sforzi, affaticabilità, difficoltà deambulatorie

I ricettori della vitamina D (VDR) si trovano nella maggior parte nei tessuti del corpo, in organi bersaglio, rappresentati

non solo dal tessuto osseo. Questa interazione attiva la formazione di proteine implicate nel corretto assorbimento di calcio e fosforo.

È liposolubile, cioè viene assorbita dall’intestino, soltanto se mescolata ai grassi; viene immagazzinata nelle cellule adipose, da cui

è liberata in piccole quantità: negli obesi di media/grave entità è sequestrata in quantità maggiore, per cui non viene sfruttata,

aumentando il rischio di deficit.

La prevenzione si attua con un corretto stile di vita, che include l’alimentazione, l’esposizione ai raggi solari.

Per misurare i livelli della vitamina D si può ricorrere ad un esame del sangue il test è denominato 25-OH idrossi vitamina D e si esprime

in nanogrammi per millilitro: valore normale da 20 a 30 ng/ml; i livelli di vitamina si devono monitorare, correggendoli nelle categorie a rischio.

 

Fattori di rischio per carenza

  • Malnutrizione
  • Scarsa esposizione alla luce solare
  • Malassorbimento gastrointestinale
  • Età avanzata e obesità
  • Malattie epatiche e insufficienza renale

 

Le radiazioni solari convertono una molecola presente nella pelle; sono più efficaci nel periodo primavera/tarda estate-inizio autunno: per un pieno di sole

le migliori lunghezze d’onda UVB si hanno dalle 11,00 alle 15,00 / 16,00, quando i medici sconsigliano di mettersi al sole, soprattutto agli anziani, i quali presentano

una cute più spessa che rallenta di 4 volte la penetrazione dei raggi solari, rispetto a un giovane.

                                                                    Alimentazione

Solo pochi alimenti, in genere di origine animale, contengono quantità apprezzabili di vitamina D per cui la dieta rappresenta il 15-20% del fabbisogno quotidiano:

olio di fegato di merluzzo, pesci grassi (salmone, aringa, sgombro, sardine, anguilla), latte e latticini, tuorlo d’uovo e molti cereali.

Nel suo utilizzo conviene cautela e consapevolezza, poiché esiste anche una intossicazione da vitamina D come calcificazione diffusa a livello di vari organi (calcoli renali,

Nei bambini (già durante la gravidanza e nel neonato è utile per la spasmi muscolari, disturbi del sistema nervoso centrale e ai reni).

Tale vitamina può essere un valido aiuto contro le allergie e infezioni respiratorie, come  prevenzione e terapia dell’asma e delle infezioni respiratorie ricorrenti.

In neonati e lattanti ci sono essere sintomi generici come irritabilità, disturbi del sonno inappetenza e altri più specifici come

  • Testa morbida: le ossa craniche sono soffici e si possono schiacciare come una pallina con la semplice pressione delle dita,
  • Ritardo nei movimenti: come sedersi, gattonare, camminare e altre azioni tipiche dell’età,
  • Dentizione ritardata: ritardo di eruzione (in genere i primi denti spuntano tra il 6° e 8° mese),
  • Deformità ossee: gambe storte, schiena curva, sterno proiettato in avanti e altre deformità tipiche del rachitismo.

La vitamina D abbisogna delle vitamine K1 e K2, senza le quali il corpo non riesce a fissare il calcio nella struttura ossea, pertanto il calcio si deposita in zone indesiderate.

Occorre mangiare molte verdure, soprattutto quelle a foglia verde (fonte di vitamina K1): il corpo umano trasforma la K1 in K2.

One Response

  1. RIZZO MARIA ANTONIETTA 12 settembre 2019

SCRIVI QUI I TUOI COMMENTI

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Puoi leggere la nostra privacy policy cliccando sul tasto "approfondisci" Approfondisci

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi